Uno studio (ergonomico) in rosso

La novità di oggi dallo showroom è un abbinamento che non passa inosservato, con colori tenui alle pareti e dettagli dai colori più accesi.

Ispirazioni 6 maggio 2018

Proponiamo un nuovo setting, combinando alcuni tra i migliori prodotti di design per ufficio. Siamo partiti dalla classica seduta Sayl di Herman Miller, nella versione in rosso e bianco, costruendo l’ambiente circostante per completare la postazione.

Tutto in equilibrio

Le sedute da lavoro

La caratteristica che più salta all’occhio di Sayl è la sua leggerezza, lo schienale in elastomero che dà sostegno e libertà di movimento, preservando le naturali curve della schiena.

Tra tutte le possibili sedute da ufficio disponibili, abbiamo scelto di allestire questo ambiente con Sayl per mostrare un’altra faccia delle sedute da ufficio ergonomiche, che sono spesso associate a qualcosa di pratico, ma lontano da linee pure ed essenziali.

Ispirata dalle strutture dei ponti sospesi, Sayl sfrutta l’innovativa torre di sospensione centrale, che segue la colonna vertebrale e le spalle, mentre la rete in elastomero si estende in modo tale da accompagnare una vasta gamma di movimenti.

Le postazioni di lavoro

Per dare continuità al senso di apertura offerto da Sayl, Herman Miller ci offre la possibilità di creare un ambiente di lavoro bilanciato tra lavoro individuale e collaborativo, grazie al sistema Resolve, composto da scrivania, contenitore e pannello divisorio.

I pannelli danno una percezione di accoglienza e un senso di spazio anche in ambienti più piccoli, grazie all’apertura di 120°, angolazione che si trova anche in natura.
Il pannello, inoltre, dà la possibilità di personalizzare lo spazio di lavoro, usandolo come lavagna per attaccare foto, cartoline e post-it.

Per l’illuminazione della postazione abbiamo scelto la classica lampada Naska di Fontana Arte, per non sovraccaricare lo stile generale del setting con dettagli superflui.